Risotto Zucchine e Gamberi Rossi

Risotto alla Crema di Zucchine, Carpaccio di Gamberi Rossi di Mazara del Vallo, Maionese Vegana al Nero di Seppia e al Fiore di Pisello Blu, Finocchio Marino, Fiori Edibili

Cucinare a mio modo di vedere significa prima di tutto divertimento, e oggi mi sono davvero divertito a reinterpretare un vero e proprio classico della cucina, ovvero l’abbinamento tra gamberi e zucchine. Spesso questo abbinamento è proposto con la pasta, io ho voluto farlo con un risotto, giocando con dei magnifici gamberi rossi e trasformandoli in un carpaccio che somiglia ad una tela. Cuocerli semplicemente non avrebbe infatti reso loro giustizia, allora mi sono armato di batti carne per formare questi dischi di gamberi rossi andandoli ad adagiare sul risotto appena pronto. Un pò di olio a crudo, i fiori a decorare, il finocchio marino a dare quel tocco in più di mare, e le maionesi per dare uno sprint di colore e sapore in più. Vi posso assicurare che è stata una vera goduria sia per la vista che per il sapore. Lo assaggereste?

Ingredienti:

  • 300 gr zucchine
  • 50 gr panna vegetale
  • 1 lt brodo di verdure
  • 300 gr gamberi rossi precedentemente abbattuti
  • 50 ml latte di soia
  • 70 ml olio di semi
  • 10 ml succo di limone
  • Nero di seppia
  • Polvere di fiori di pisello blu
  • Finocchio marino
  • Fiori Edibili

Procedimento:

Per la maionese vegana clicca qui: come fare la maionese vegana

Successivamente, ti basterà aggiungere il nero di seppia e la polvere di pisello blu per ottenere i colori nero e viola.

Prepara la vellutata di zucchine. Una volta fatti soffriggere olio, sale, un pizzico di pepe, ed un pò di cipolla tritata (a piacere) in una pentola abbastanza profonda, aggiungi le zucchine, sfuma con un pò di vino bianco ed inizia a rosolarle per circa 5 minuti. Non appena le zucchine inizieranno a prendere colore, aggiungi acqua e panna fino a coprirle completamente. Lascia cuocere fino a quando l’acqua non sarà evaporata quasi tutta. Una volta terminata la cottura, frulla il tutto con un mixer a immersione. La consistenza della vellutata deve essere liquida e liscia. Passa al colino per togliere eventuali residui o impurità della salsa.

Pulisci i gamberi e mettine 4 o 5 tra due fogli di carta da forno. Schiacciali bene con un batti carne. Con un coppa pasta, dai la dimensione desiderata al carpaccio.

Per realizzare un buon risotto, parto sempre dal brodo, immergendo in almeno 2 litri d’acqua fredda carote, sedano, cipolla, pomodoro, sale, pepe, olio e portando a bollore. Lascio sobbollire per almeno un’ora facendolo restringere almeno della metà, per concentrare al massimo i sapori.

Tosta il riso in padella fino a quando non è dorato. Assicurati che il brodo stia bollendo. Soffriggi in seguito con olio e cipolla tritata. Quando la cipolla si imbrunisce, aggiungi il riso, mescola, e dopo 30 secondi fai sfumare un pò di vino bianco. In seguito, aggiungi la crema di zucchine e due mestoli di brodo. Continua ad aggiungere brodo non appena il riso inizia ad asciugarsi, a fine cottura dovresti averlo quasi esaurito. Mischia il riso soltanto quando aggiungi il brodo, per evitare di rovinare i chicchi e per permettere loro di rilasciare l’amido. Dopo circa 16 minuti, assicurandoti che il risotto non sia asciutto ma bello cremoso, toglilo dal fuoco e lascia riposare un minuto. Finito il minuto, aggiungi un pò di olio evo e procedi a mantecare.

Impiattamento:

  • Metti al centro del piatto il risotto
  • Metti al centro del risotto (delicatamente) il carpaccio di gamberi
  • Regola con olio a crudo e un pò di sale
  • Aggiungi i fiori, la maionese a gocce e il finocchio marino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: